Maison Ventidue

:: Se le canzoni si indossano
:: e gli abiti si interpretano
:: la nostra casa si attraversa
SLOW WAVE SLEEP
Ricerca installativo/performativa
di
Luca Poncetta / Mario Guida
24/01/2014 - 27/01/2014
negozio n.21_Mercato delle Erbe
via Ugo Bassi,25
 Bologna

SLOW WAVE SLEEP è il progetto di ricerca installativo/performativa di Luca Poncetta che vede la messa in mostra per le giornate di Arte Fiera 2014 di un letto preparato all’interno del negozio n.21 del Mercato delle Erbe, in via Ugo Bassi a Bologna.
Maison Ventidue_spazio intimo e domestico che a Bologna ospita artisti che intendono lavorare, collaborare e presentare il proprio lavoro in un ambiente non deputato e protetto in cui poter sperimentare modi altri di creazione, definendo una nuova semantica dello spazio e favorendo la condivisione e l’incontro critico e autentico con il pubblico
                                                   incontra
Mercato delle Erbe_storico mercato nel centro storico della città in via Ugo Bassi,progettato da Filippo Buriani e Arturo Carpi e ricostruito  in seguito alle devastazioni belliche nel 1949. Il Mercato vanta un passato da spazio “mobile” che lo vede divenire da locale precedentemente adibito a luogo di culto (Chiesa di S.S. Gervaso e Protasio edificata nel 401 da San Felice) a caserma San Gervaso, a Mercato delle Erbe.

« 
La necessità di curare il progetto Slow Wave Sleep all’interno del negozio n.21 del Mercato delle Erbe, nasce dalla ricerca condotta da Maison Ventidue volta all’ individuazione di spazi non deputati ad azioni e/o visioni artistiche, per favorirne l’interazione: interrogando sia lo spazio che la materia oggetto di sperimentazione, rivelando entrambi in una nuova e irripetibile forma. Per Slow Wave Sleep il Mercato delle Erbe diviene luogo d’incontro, da “abitare” e da vivere con maggiore slancio, in cui poter provocare una suggestione collettiva il più possibile “partecipata” (proprio come la natura dello spazio stesso suggerisce). Il mercato, luogo aperto e condiviso, realizza l’idea curatoriale di Maison Ventidue di attraversare il sistema consensuale artistico  in una modalità nuova e antica allo stesso tempo, di recupero e innovazione della relazione tra pubblico e opera d’arte con un tema quanto comune e al tempo stesso inconsueto per una notte in bianco!dell’arte
».

SLOW WAVE SLEEP

Ricerca installativo/performativa

di

Luca Poncetta / Mario Guida

24/01/2014 - 27/01/2014

negozio n.21_Mercato delle Erbe

via Ugo Bassi,25

Bologna

SLOW WAVE SLEEP è il progetto di ricerca installativo/performativa di Luca Poncetta che vede la messa in mostra per le giornate di Arte Fiera 2014 di un letto preparato all’interno del negozio n.21 del Mercato delle Erbe, in via Ugo Bassi a Bologna.

Maison Ventidue_spazio intimo e domestico che a Bologna ospita artisti che intendono lavorare, collaborare e presentare il proprio lavoro in un ambiente non deputato e protetto in cui poter sperimentare modi altri di creazione, definendo una nuova semantica dello spazio e favorendo la condivisione e l’incontro critico e autentico con il pubblico

                                                   incontra

Mercato delle Erbe_storico mercato nel centro storico della città in via Ugo Bassi,progettato da Filippo Buriani e Arturo Carpi e ricostruito  in seguito alle devastazioni belliche nel 1949. Il Mercato vanta un passato da spazio “mobile” che lo vede divenire da locale precedentemente adibito a luogo di culto (Chiesa di S.S. Gervaso e Protasio edificata nel 401 da San Felice) a caserma San Gervaso, a Mercato delle Erbe.

« 

La necessità di curare il progetto Slow Wave Sleep all’interno del negozio n.21 del Mercato delle Erbe, nasce dalla ricerca condotta da Maison Ventidue volta all’ individuazione di spazi non deputati ad azioni e/o visioni artistiche, per favorirne l’interazione: interrogando sia lo spazio che la materia oggetto di sperimentazione, rivelando entrambi in una nuova e irripetibile forma. Per Slow Wave Sleep il Mercato delle Erbe diviene luogo d’incontro, da “abitare” e da vivere con maggiore slancio, in cui poter provocare una suggestione collettiva il più possibile “partecipata” (proprio come la natura dello spazio stesso suggerisce). Il mercato, luogo aperto e condiviso, realizza l’idea curatoriale di Maison Ventidue di attraversare il sistema consensuale artistico  in una modalità nuova e antica allo stesso tempo, di recupero e innovazione della relazione tra pubblico e opera d’arte con un tema quanto comune e al tempo stesso inconsueto per una notte in bianco!dell’arte

».







  1. postato da lamaison22